Le porte tagliafuoco rappresentano un elemento cruciale per la sicurezza degli edifici. Esse hanno la capacità e la funzione di proteggere gli ambienti dal passaggio del fuoco e di tutelare le persone che si trovano all’interno di un ambiente. L’utilizzo di queste porte tecniche è regolamentato da normative specifiche, che variano a seconda della nazione. In questo articolo, identificheremo tutti i dettagli che bisogna sapere sulle porte tagliafuoco da interno, secondo la normativa italiana.

Normativa Italiana sulle Porte Tagliafuoco

All’interno del Decreto Ministeriale del 16 febbraio 2007, atto normativo per la sicurezza antincendio negli edifici, vi è una sezione dedicata alle Porte Tagliafuoco, nella quale vengono fornite informazioni dettagliate sulla classificazione delle porte, i materiali ammessi e i requisiti di resistenza al fuoco.

Le porte tagliafuoco vengono classificate con la sigla REI, che fa riferimento alla vecchia normativa nazionale. L’acronimo indica i requisiti che le porte devono avere: Resistenza, Ermeticità, Isolamento termico.

  • Resistenza = la capacità della porta di resistere alle fiamme e non crollare per un determinato periodo di tempo.
  • Ermeticità = la capacità di impedire il passaggio di fiamme e fumi da un ambiente all’altro per un determinato periodo di tempo.
  • Isolamento termico = la capacità di mantenere la temperatura degli ambienti nei giusti limiti laddove l’incendio non si è propagato.

Il periodo di tempo menzionato fa riferimento alla classe di tenuta ed è definito dal numero che segue l’acronimo REI; le più diffuse vanno dai 30 minuti ai 120 minuti, ma si può arrivare anche a 180 e 240. Questo significa che una porta REI 30 è in grado di resistere al fuoco, di impedire il passaggio di fiamme e di mantenere la temperatura stabile per 30 minuti.

Per ottenere la certificazione di resistenza al fuoco, le porte devono essere sottoposte a un test al fuoco secondo la normativa UNI EN1634-1 in laboratori accreditati, in seguito devono essere omologate per poterle commercializzare sul territorio nazionale.

Porte tagliafuoco in legno: Caratteristiche e Applicazioni

Le porte tagliafuoco in legno sono progettate per uso interno; infatti, esse svolgono un ruolo importante per la sicurezza di edifici residenziali e strutture ricettive, a differenza delle porte in metallo che sono progettate principalmente per uso esterno e industriale. Trovano ampio impiego in corridoi, appartamenti, camere d’hotel e in qualsiasi altro ambiente interno in cui è essenziale rallentare la propagazione del fuoco, permettendo l’evacuazione degli occupanti e agevolando l’intervento dei soccorritori.

Le porte REI tagliafuoco in legno rappresentano una scelta estetica e funzionale, in quanto forniscono un’elevata resistenza al fuoco, mantenendo allo stesso tempo l’eleganza del legno.
Una porta tagliafuoco è costituita da un’anta ignifuga, da un telaio in legno e dai coprifili. A livello di accessoristica, la porta viene testata con ferramenta specifica, che deve essere sempre la stessa durante la vendita. Inoltre, la presenza di guarnizioni intumescenti contribuisce a sigillare gli spazi tra porta e telaio per evitare la propagazione del fuoco.

Porte REI Tagliafuoco: un connubio tra sicurezza e design

Nel nostro catalogo online e nella sezione Porte Tagliafuoco, potrete scoprire la nostra linea Hotel di porte REI tagliafuoco e le nostre certificazioni, con una classe di tenuta di 30, 60, 90 o 120 minuti. In particolare, tra le diverse certificazioni acquisite negli anni, le principali sono:

  • Porta EI30/EI60 con omologazione italiana
  • Porta EI30/EI60 con certificazione croata
  • Porta EI30 conforme alla certificazione British Standard
  • Porta EI30 certificata UL
  • Porta EI60/90/120 certificata BMTrada Q-Mark per i mercati del Medio Oriente.
NormativaDescrizione
UNI EN 16034:2014Norma europea che definisce le caratteristiche prestazionali delle porte tagliafuoco, inclusa la resistenza al fuoco e la tenuta al fumo. La marcatura CE è obbligatoria dal 2 novembre 2019.
UNI 11473-1:2013Stabilisce i requisiti per la posa in opera e la manutenzione delle porte tagliafuoco, garantendo che queste porte funzionino correttamente durante tutto il loro ciclo di vita.
D.M. 3 agosto 2015Codice di prevenzione incendi che include le porte tagliafuoco, richiedendo la marcatura CE e le prove di controllo della dispersione del fumo.
Classificazione REI/EIClassificazione delle porte tagliafuoco basata su Resistenza (R), Emissione di fumi (E), e Isolamento termico (I). Esempio: REI 60 indica resistenza per 60 minuti.
D.M. 16 febbraio 2007Obbligo di installazione di porte REI in edifici pubblici come ospedali, scuole, hotel e uffici.
UNI ISO 7010Norme sulla segnaletica di sicurezza per la prevenzione incendi ed evacuazione d’emergenza, inclusi cartelli come “Porta tagliafuoco, tenere chiusa”.
Manutenzione obbligatoriaLe porte tagliafuoco devono essere regolarmente ispezionate e mantenute per garantire il corretto funzionamento.

Tipologie di Porte Tagliafuoco

  • Porte scorrevoli e a scomparsa: Ideali per edifici commerciali e industriali, permettono il passaggio di macchinari o grandi oggetti.
  • Porte a battente: Utilizzate in luoghi pubblici come ospedali e scuole per consentire il transito in entrambe le direzioni.
  • Porte in vetro ignifugo: Adatte per alberghi e luoghi di aggregazione moderni, offrono sia sicurezza che estetica.

Caratteristiche Principali

  • Resistenza al fuoco: Capacità della porta di mantenere la sua integrità strutturale durante un incendio.
  • Tenuta ai fumi: Capacità di impedire il passaggio di fumi attraverso la porta.
  • Isolamento termico: Capacità di ridurre la trasmissione del calore, proteggendo gli ambienti non esposti al fuoco.

Queste informazioni coprono gli aspetti principali della normativa sulle porte tagliafuoco in Italia e in Europa, inclusi i requisiti di installazione, classificazione e manutenzione necessari per garantire la sicurezza antincendio negli edifici.

Le nostre porte tagliafuoco sono state progettate per rispondere all’esigenza di sicurezza e di resistenza al fuoco, mantenendo allo stesso tempo un design elegante, piacevole e convincente, quasi da sembrare una porta interna standard.